Zavratnica: una perla nascosta nell'Adriatico

Zavratnica: una perla nascosta nell'Adriatico
31/03/2020

La Croazia è una terra ricca di tesori segreti e offre ai navigatori una miriade di luoghi bellissimi da esplorare. Una di queste perle è Zavratnica, un'insenatura sul canale del Velebit, situata leggermente a sud-est della punta più meridionale dell'isola di Arbe (Rab), sulla costa settentrionale dell'Adriatico.

Al tramonto avevamo raggiunto la pittoresca cittadina di Iablanaz (Jablanac), che si trova a poco più di 0,5 miglia a nord di Zavratnica. Nota per i navigatori: la profondità sul lato sud-ovest del porto è di 3,2 M. In inverno negozi, ristoranti e hotel a Iablanaz sono chiusi e il negozio più vicino si trova a Stinica, a nord di Iablanaz. C'è anche un traghetto che va da Stinica all'isola dei Sorci (Mišnjak), nel punto più meridionale dell'isola di Arbe. Non c'è un distributore di benzina nella zona di Segna (Senj) / Zavratnica, il più vicino si trova nel porto della città di Arbe - circa 7 MNI da Zavratnica. (Se navigate verso sud lungo la costa, Karlobag è il prossimo, ma è un po' più lontano).

Jablanac
Jablanac

Quello di fine maggio / inizio giugno è un ottimo periodo per la navigazione a vela, perché permette di evitare la calca estiva. Inoltre, tutto è fresco e frizzante, con i colori vivaci e i profumi della primavera, anche se il mare è ancora un tantino freddo. Dopo lo shopping e una cenetta tradizionale in un accogliente ristorante locale, l'eccellente giornata di navigazione si è fatta sentire e, così, eravamo contenti di poterci infilare nelle nostre cuccette e immergerci in un sonno profondo.

Non c'è niente di meglio che svegliarsi al richiamo dei gabbiani e sentire le onde infrangersi sulla fiancata dello yacht, con l'odore e il sapore salato del mare sulle labbra. Dopo la colazione e il caffè eravamo pronti a salpare per Zavratnica.

Ormeggiare yacht durante la notte a Zavratnica non è permesso, motivo per cui abbiamo deciso di passare la notte a Iablanaz e salpare la mattina seguente. C'è un orario preciso per entrare a Zavratnica che, da maggio a fine agosto, va dalle 11:00 alle 19:00.

Potete anche lasciare la barca ormeggiata a Iablanaz e proseguire a piedi per il lungomare, una passeggiata di 2 km (20 minuti) che attraversa un tunnel roccioso prima di arrivare all'insenatura. In entrambi i casi, il panorama sull'isola di Arbe è splendido, il blu cobalto del mare si staglia sul bianco alabastro delle scogliere.

Il canale del Velebit è noto per i suoi violenti e imprevedibili venti di bora, da NNE a ENE (soprattutto in inverno), che soffiano dalle montagne al mare e rendono spoglie le rocce. Le previsioni meteo sono fortunatamente piuttosto precise al giorno d'oggi, così, gli appassionati di yachting possono almeno organizzarsi in anticipo. Attenzione, gli esperti marinai locali hanno un loro proverbio: "Quando naviga la bora, non farlo tu!" I venti di scirocco, localmente chiamato jugo, provengono da ESE a SE e di solito portano un tempo burrascoso. 

Per fortuna il vento era a nostro favore e, dopo aver navigato verso sud, abbiamo raggiunto in breve tempo la grande baia (larga circa 200 m) di fronte a Zavratnica. Se non si sa che c'è, è possibile che non si veda Zavratnica, perché è nascosta al di là di una stretta insenatura. Abbiamo ammainato la vela e navigato lungo uno stretto passaggio che in un successivo tratto si apre.

Wow! Siamo rimasti incantati dalla bellezza mozzafiato del paesaggio. Scogliere calcaree grigio-bianche, disseminate di alberi verdeggianti. Pini, cipressi e cespugli si ergono su entrambi i lati verso le maestose montagne del Velebit e discendono a picco nell'azzurro delle acque marine, limpide e cristalline.

Zavratnica

Un uomo a bordo di una piccola barca da pesca si è avvicinato a noi per riscuotere il biglietto d'ingresso. Sono solo 30 Kuna (circa 4 euro) a persona e i bambini sotto i 7 anni sono gratis. Se venite con un gruppo organizzato, sono 20 Kuna (2,7 euro) a persona.

All'ingresso, la profondità di questa baia riparata è di circa 18 m, si assottiglia fino a 5 nel centro per arrivare ad altezza ginocchio verso l'estremità finale. L'intera insenatura è larga da 50 a 150 m e lunga 900 m, fiancheggiata su tutti i lati da montagne. Questo le dà l'aspetto di un fiordo ed è così che viene spesso definita, infatti, anche se dal punto di vista geologico non può essere considerata tale. È più simile a una valle naturale allagata, formata da torrenti un tempo attivi che dalle montagne si riversavano in mare.

Secondo la leggenda, nel 615 d.C. un terremoto fece sprofondare in mare tre città romane e diede origine alla baia di Zavratnica.

Per prevenire un ulteriore deterioramento del territorio derivante dalla caduta dell'acqua, all'inizio del XX secolo si ricavarono terrazze e si piantarono alberi. Anche il sentiero lungomare e il belvedere furono realizzati all'epoca, e Zavratnica divenne così una famosa ed esclusiva località di villeggiatura estiva, frequentata dalle élite di Vienna e Praga.

Nel 1964 l’area è stata registrata come "Parco naturale di Zavratnica" nel Registro dei paesaggi significativi della Croazia, e nel 1981 è diventata parte integrante del Parco naturale del Velebit.

Nel Parco naturale del Velebit sono presenti 1.854 specie e sottospecie di piante - 129 tipi di alberi, di cui 100 sono autoctoni e altre 29 specie sono state piantate. Ciò che io, come amante della natura, ho trovato interessante è che 79 di queste sono endemiche e non si trovano da nessun'altra parte.

Zavratnica

Era però giunto il momento di cercare l'attrazione clou di Zavratnica: il relitto di un grande vascello che fu colpito e affondato dagli aerei alleati nel 1944 nel corso della seconda guerra mondiale. Ci siamo tenuti in allerta a babordo e ben presto abbiamo potuto vedere chiaramente ciò che restava del mezzo da sbarco tedesco, il Siebelfähre LF126, che trovò nell'acqua poco profonda di questa pacifica baia il luogo del suo eterno riposo.

Ovviamente, volevamo guardarlo più da vicino e così abbiamo ormeggiato la barca ad uno degli anelli fissati sulla parete rocciosa lì vicino. Poi, muniti di maschera e boccaglio, ci siamo tuffati nel tonificante mare. È abbastanza facile fare snorkeling sopra la nave e osservare questo ben conservato pezzo di storia. La visibilità era eccellente e si potevano vedere cose che sembravano barili di benzina, riflettori e luci, gli alloggi dell'equipaggio, l'ingresso della stiva e la timoniera.

Zavratnica è diventata una meta popolare per i subacquei da relitto, ma anche per gli apneisti è facile osservare da vicino la nave, che giace in prossimità della superficie del mare a circa cinque metri di profondità.

Ci siamo distesi sulla spiaggia di scogli per riscaldarci al sole e ci siamo goduti la tranquillità del bellissimo ambiente circostante. Dopo un po' è arrivato il momento di prendere scarpe da passeggio, cappelli e bottiglie d'acqua, perché dovevamo ovviamente vedere il panorama dall'alto.

Il sentiero serpeggia verso l'alto tra alberi ombrosi, cespugli, salvia e altre erbe profumate, fino a diventare roccioso ed esposto al sole. Il punto panoramico è a quasi 200 m di altitudine, ma vale la pena di salire fin lassù. Il panorama dall'alto rivela ampie vedute mozzafiato! Siamo riusciti a vedere l'intera baia di Zavratnica, il relitto sott'acqua e una barca di turisti che vi girava intorno, oltre a una coppia che faceva pigramente kayak; l'isola di Arbe si ergeva al di là del canale del Velebit e un traghetto puntava verso di essa. In lontananza, dietro Arbe, si vedeva anche l'isola di Pago (Pag).

Zavratnica

Il villaggio di Zavratnica si trova a 1 km dal punto panoramico. Nel villaggio stesso c'è una pensione e un'altra la si può trovare nelle vicinanze, oltre a un rifugio per escursionisti sul sentiero del Velebit. 

Vjenceslav Novak (1859-1905), romanziere, pubblicista, critico musicale ed educatore del realismo croato, nativo di Segna e autore di molti libri, come "Un racconto di due mondi" e "Nel fango: un racconto croato", veniva spesso a Zavratnica per trovare ispirazione e su uno dei sentieri troverete una targa a lui dedicata.

Quando più tardi ci siamo diretti verso la prossima destinazione, la città di Arbe, pensavo con nostalgia a come sarebbe stato piacevole trascorrere più tempo nell'idilliaca cornice di Zavratnica. Sicuramente rimarrà impressa nella mia memoria come una perla in cui trovare rifugio e un po' di pace per lo spirito. Ecco, mi sono sentito ispirato anch'io.

--
Fotografie: Wikipedia, YachtRent

Powered by

Kaniža Gospićka 4b, 53000 Gospić
+385 (0)53 560 450
+385 (0)53 560 451
velebit@pp-velebit.hr


0 Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Nome: *

Email: *

Sito web:


Commento: Nota: Il codice HTML non è tradotto!

Inserisci il codice nel box di seguito:



Sunrise II
30%
Bavaria 34 2001
22/08/2020 - 29/08/2020
Cuccette: 6+2
1.500€ 1.050€/ 7 giorni
per person 131€/ 7 giorni
Cab.: 3 / WC: 1
Località: MURTER
SAGITARIUS
30%
Elan 431 1996
22/08/2020 - 29/08/2020
Cuccette: 8
1.630€ 1.141€/ 7 giorni
per person 143€/ 7 giorni
Cab.: 4 / WC: 3
Località: Vodice
ESPRESSO I
30%
22/08/2020 - 29/08/2020
Cuccette: 4+2
1.260€ 882€/ 7 giorni
per person 147€/ 7 giorni
Cab.: 2 / WC: 1
Località: Vodice