Charter in barca a vela per Rodi

Charter in barca a vela per Rodi
12/09/2022

Siamo arrivati a Rodi! Non è fantastico quando si può spuntare un'altra voce dalla propria lista dei desideri?! Fin da piccolo sono sempre stato affascinato dalla storia dell'Antica Grecia, dalle sue leggende di potenti dei e dee ... ed ecco che finalmente ci sono arrivato. 

Con un gruppo di amici velisti avevamo noleggiato uno yacht per fare una crociera nel Mar Egeo, un'esperienza già di per sé: quegli splendidi tramonti e il mare color turchese rimarranno per sempre impressi nella nostra memoria! Quando ci siamo avvicinati alla città di Rodi (Ródos), la porta del Mar Egeo, abbiamo spiegato le vele e navigato lentamente davanti al frangiflutti e ai i tre iconici mulini a vento che venivano utilizzati in epoca medievale per macinare il grano scaricato dalle navi mercantili (a volte anche per produrre polvere da sparo). Abbiamo poi doppiato la punta del frangiflutti e il forte di San Nicola, dal nome del santo patrono dei marinai, che ora funge da faro, per entrare nel porto di Mandraki. Essendo stati avvertiti in anticipo, ci siamo tenuti alla larga dai bassi fondali e dalle rocce sul lato nord dell'ingresso del porto, dove si trova la statua dell'Angelo caduto.

Yacht-Rent: Mulini a vento - charter a vela Rodi, Grecia

Ormeggiare lo yacht nel porto di Mandraki

L'isola di Rodi, la più grande del Dodecaneso, comprende l'omonima città, che fu fondata nel 408 a.C.. Nel mondo antico era un fiorente centro commerciale. Mandraki fungeva da porto militare alla cui imboccatura venivano poste delle catene per limitare l'ingresso. Rodi è una delle città medievali meglio conservate e abitate d'Europa e, nel 1988, è diventata Patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Il Colosso di Rodi, una statua del dio greco del Sole, Elio, presidiava l'ingresso di questo storico porto ed era una delle sette meraviglie del mondo antico. Nel 226 a.C. un grande terremoto danneggiò la città e il Colosso venne distrutto.

Yacht-Rent: charter a vela Rodi, Grecia

Abbiamo ammirato l'impressionante spettacolo davanti a noi, mentre navigavamo tra due alte colonne di pietra. In cima a ciascuna di esse, i cervi bronzei, simboli dell'isola, chiamati Elefos ed Elafina, guardavano in direzione del mare. Sembra che proprio qui si trovassero i giganteschi piedi del Colosso. In un simile scenario avevamo l'impressione di essere immersi in un mondo passato, se non fosse per alcuni lussuosi yacht ormeggiati lì, imbarcazioni che noi, accaniti diportisti, sogniamo di possedere un giorno. Accanto ad essi, si aggiravano vecchie barche da pesca e piccole imbarcazioni da crociera che trasportavano i turisti per varie escursioni alle isole, alle spiagge vicine, alla terraferma e alle città costiere turche. 

Yacht-Rent: Faro - charter a vela Rodi, Grecia

Come consigliato, abbiamo gettato l'ancora il più possibile in profondità per non impigliarla nelle pesanti cime di ormeggio a 30 metri dal molo. Una volta messo in sicurezza il nostro yacht, ci siamo presi il tempo di osservare l'ambiente circostante. Il porto turistico di Mandraki offre tutti i moderni servizi e le infrastrutture necessarie per garantire il benessere dei velisti. Per di più, è a pochi passi da molti luoghi interessanti e, da dove ci trovavamo noi, potevamo vedere il mercato nuovo (Nea Agora) che si sviluppa sul lungomare di fronte al porto e, sulla sinistra, il palazzo dei Gran Maestri dei cavalieri di Rodi che si erge sopra di esso e le mura storiche che si estendono oltre. Erano proprio questi i primi siti che volevamo esplorare.

Yacht-Rent: Mandraki cervo - charter a vela Rodi, Grecia

Il mercato di Nea Agora al porto di Mandraki

Il mercato è molto più grande di quanto si possa immaginare a prima vista. Costruito durante il periodo italiano, a partire dal 1912, ha sette lati e un grande cortile alberato al centro. Una miriade di negozi si estende all'interno e all'esterno, con caffetterie, fast food e ristoranti, oltre a vivaci bancarelle di prodotti freschi e di pesce.

Il mercato Nea Agora fu progettato da Florestano Di Fausto, il quale ebbe la visione di una città giardino e progettò magnifici edifici che culminano in un eclettico mix di stili ottomano, veneziano, rinascimentale, italiano e greco. Gli italiani conservarono ciò che rimaneva del periodo dei Cavalieri e distrussero tutti gli edifici ottomani.

Dopo aver gustato un'ottima cena greca, abbiamo passeggiato sul lungomare e siamo entrati nella città vecchia attraverso l'imponente porta Marina, appena al di fuori del porto principale, che è decorata con bassorilievi ed è stata un punto di riferimento della città nel corso dei secoli. Costruita nel 1478, fu ristrutturata nel 1951 dopo che la torre nord fu bombardata durante la Seconda guerra mondiale.

Yacht-Rent: Castello - charter a vela Rodi, Grecia

La città vecchia di Rodi

Si prosegue con il Museo archeologico, in origine un ospedale costruito tra il 1440 e il 1489 dai Cavalieri Ospitalieri, un ordine militare cattolico sorto a Gerusalemme e con sede a Rodi dal 1310 al 1522.

Gli alti soffitti a volta, il giardino del cortile pieno di erbe aromatiche, per non parlare delle esposizioni di statue di marmo, urne, mosaici ecc. erano davvero impressionanti! Da notare la statua di una fanciulla nuda in marmo bianco risalente al I secolo a.C., nota come l'Afrodite di Rodi.

Abbiamo fatto un salto nella chiesa affrescata di Nostra Signora del Castello e poi abbiamo seguito la Via dei Cavalieri fino al Palazzo dei Gran Maestri. La via è stata conservata così com'era nel XV e XVI secolo, con strade acciottolate e ben conservate, fiancheggiate da edifici in pietra e da porte e finestre ad arco gotico. Questo era il luogo di incontro dei cavalieri, divisi in sette nazioni e lingue: Inghilterra, Francia, Germania, Italia, Aragona, Alvernia e Provenza, ognuna con la propria locanda.

Yacht-Rent: Castello NW- charter a vela Rodi, Grecia

Palazzo del Gran Maestro dei Cavalieri

A volte chiamato Castello, questo raro esempio di architettura gotica in Grecia domina la città dal suo punto più alto, a pochi passi dalla via dei Cavalieri. Originariamente costruito come fortezza, è stato il principale difensore della città nel corso dei secoli.

Siamo stati trasportati indietro nel tempo delle antiche leggende greche quando, proprio sopra questo sito, sorgeva l'Acropoli dell'antica Rodi e il tempio del dio del Sole, Helios. Le sue fondamenta divennero la base della roccaforte costruita alla fine del VII secolo durante l'epoca bizantina. I Bizantini ristrutturarono l'edificio come palazzo per il loro capo, il Gran Maestro, e costruirono anche le mura che circondano la città.

Nel 1481 un altro enorme terremoto colpì l'isola uccidendo circa 30.000 persone e danneggiando molti edifici, dopodiché il palazzo venne restaurato. Nel 1856, un fulmine colpì le munizioni conservate nella vicina chiesa di San Giovanni e il palazzo venne quasi completamente distrutto. Rimase in stato di abbandono finché non venne ricostruito, utilizzando i disegni dell'edificio originale, quando l'Italia lo occupò durante la guerra italo-turca. Il re italiano Vittorio Emanuele III e il dittatore Benito Mussolini utilizzarono il castello come dimora per le vacanze.

Nel 1948 l'Italia cedette le isole del Dodecaneso alla madrepatria Grecia e il palazzo divenne un museo. È possibile visitarlo pagando una piccola somma, oppure acquistare un biglietto combinato per visitare anche altri musei.

Ci sarebbe troppo da dire sugli splendidi manufatti e sui cimeli custoditi all'interno delle mura della roccaforte a tre cerchi del museo. Ci siamo aggirati tra statue, cannoni, antiche reliquie di ceramica e pietra con disegni raffinati, attraverso stanze alte e scalinate, ammirando arte, gioielli, mobili, pavimenti a mosaico e molto altro ancora. Anche questo palazzo è, a pieno titolo, un sito del Patrimonio mondiale dell'umanità dell'UNESCO.

Yacht-Rent: Museo - charter a vela Rodi, Grecia

Passeggiando sulle mura di Rodi

Se si viene a Rodi, una tappa obbligata è la passeggiata lungo le mura di pietra che racchiudono la città vecchia. Dopo aver veleggiato per una settimana con brevi soste intermedie, abbiamo sentito il bisogno di sgranchirci un po' le gambe e il giorno seguente abbiamo intrapreso questa passeggiata di 4 km: ogni passo è un viaggio e una storia del passato.

I Turchi furono la prima nazione a utilizzare l'artiglieria nel 1453, quando si impadronirono di Costantinopoli. Tuttavia, Rodi aveva resistito per anni ai tentativi di conquista da parte di Arabi, Saraceni e Turchi, grazie alla costruzione delle mura, che erano state progettate per respingere l'artiglieria e avevano richiesto ai Cavalieri ben 200 anni di lavoro.

Nel 1480 l'esercito ottomano guidato dal sultano Mehmed II non riuscì a conquistare la città. Tuttavia, nel 1552 Suleyman II, noto come Suleyman il Magnifico, riuscì a espugnarla. Il palazzo divenne il loro centro di comando e, per quasi 400 anni, ospitò una prigione.

Le mura sono costruite in linea retta lungo la riva del mare e formano una mezzaluna che circonda il retro della città. Lungo il percorso ci sono torri rotonde, alcune alte torri quadrate che ricordano l'epoca bizantina, bastioni e vecchi cannoni e bocche da fuoco.

Dei ponti collegano le mura interne ed esterne, un tempo c'erano anche 11 porte, delle quali ne sono rimaste 7 di grande impatto. Sotto le mura furono costruiti molti passaggi per scopi di comunicazione e, ad oggi, ne sono stati scoperti solo alcuni. A ogni nazionalità veniva assegnata una sezione delle mura a protezione e difesa della città. 

È stata una bella passeggiata a ritroso nel tempo, con la vista della città vecchia e delle sue bouganville colorate, delle strade e dei vicoli tortuosi (pare che ce ne siano circa 200), degli archi, delle vecchie case in pietra, delle strade lastricate e delle piazze vivaci con le fontane.

Yacht-Rent: Città medievale - charter a vela Rodi, Grecia

A Rodi c'è molto di più di quanto un marinaio possa immaginare

Ci siamo fermati per qualche giorno e abbiamo avuto modo di vedere altri luoghi affascinanti della città medievale. Meritano una visita la torre dell'orologio, il forte di San Paolo, le moschee Suleymaniye e Recep Pasha e la sinagoga Kahal Kadosh Shalom. Da visitare anche l'acquario di Rodi, sulla strada costiera, che è un importante centro scientifico per lo studio della vita marina in Grecia.

Yacht-Rent: Valle delle Farfalle - charter a vela Rodi, Grecia

L'isola stessa ha molto da offrire. Abbiamo fatto un tour in autobus alla Valle delle Farfalle e al Monastero di Philermos a Ialiso, sulla costa occidentale, che dal XII secolo circa ospitava la Madonna di Philermos. L'icona bizantina passò poi in varie mani e venne segretamente nascosta nel caveau del museo di Cettigne (Cetinje), città del Montenegro, dopo la seconda guerra mondiale, fatto che fu rivelato solo nel 1993.

Yacht-Rent: Kallitea - charter a vela Rodi, Grecia

C'è anche Kallithea con le sue sorgenti termali, l'Acropoli di Rodi, l'antico Stadio Olimpico (come sappiamo, lo sport è una delle eredità più antiche della Grecia) e, naturalmente, magnifiche spiagge come la famosissima spiaggia di Anthony Quinn, che avevamo in programma di raggiungere per rilassarci un po' prima di salpare verso la nostra successiva destinazione.

Yacht-Rent: Baia di Anthony Quinn - charter a vela Rodi, Grecia

Ci è piaciuto molto immergerci nel ricco patrimonio storico e culturale dell'isola, frutto di un mix di civiltà passate. Mentre salpavamo, abbiamo ringraziato il dio Sole per quelle belle giornate assolate (pregandolo di continuare a splendere nell'ultima tappa del nostro viaggio) e anche per aver preservato la gloria di questa fantastica località: Rodi!

 

---

Autore: Diana Karmela

Fornito da:
Rhodes Tourism Promotion Organization
Rhodes


0 Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Nome: *

Email: *

Sito web:


Commento: Nota: Il codice HTML non è tradotto!

Inserisci il codice nel box di seguito:



barca a vela Dufour 460 GL Dubrovnik Croazia
31%
Dufour 460 GL 2017
22/10/2022 - 29/10/2022
Cuccette: 10+2
1.450€ 1.000€/ 7 giorni
per person 83€/ 7 giorni
Cab.: 4 / WC: 4
Località: Dubrovnik
barca a vela Dufour 460 GL Sardinia Italia
53%
Dufour 460 GL 2019
22/10/2022 - 17/12/2022
Cuccette: 10+2
2.125€ 1.000€/ 7 giorni
per person 83€/ 7 giorni
Cab.: 5 / WC: 3
Località: Sardinia
barca a vela Dufour 460 GL Dubrovnik Croazia
43%
Dufour 460 GL 2019
22/10/2022 - 03/12/2022
Cuccette: 10+2
1.740€ 1.000€/ 7 giorni
per person 83€/ 7 giorni
Cab.: 5 / WC: 3
Località: Dubrovnik