Vele argento – Pensate di essere troppo vecchi per andare a vela?

Vele argento – Pensate di essere troppo vecchi per andare a vela?
30/08/2018

Ripensateci. Molte persone nei loro anni d'oro continuano a navigare a vela oppure intraprendono un nuovo hobby; molti marinai vanno a vela anche dopo i sessanta, i settanta, gli ottanta e persino i novant'anni. Talvolta, dobbiamo aspettare di essere avanti con gli anni per poter realizzare i nostri sogni, quando il caos familiare e lavorativo scemano un poco e il tempo ritorna ad essere dalla nostra parte.

Andare a vela vi mantiene in forma, mentalmente e fisicamente. Se siete capaci e abbastanza in forma, l'età conta sicuramente meno della salute. Sta a voi decidere se i rischi sono accettabili. Potrete sempre ottenere aiuto rivolgendovi all'equipaggio oppure ricorrendo ad attrezzature automatiche. Ecco alcune cose di cui tenere conto.

L'hobby di andare a vela

Gli hobby sono parte integrante della vita, non importa quanti anni abbiate. Tuttavia, essi assumono maggiore importanza dopo la pensione, in quanto sono gradevoli e apportano numerosi benefici alla salute fisica e mentale. Andare a vela non fa parte della lista standard di hobby dei pensionati, ma dovrebbe. Sebbene durante la vecchiaia le nostre capacità cambino e la nostra forza e resistenza non siano più quelle di un tempo, la tranquilla navigazione a vela in climi temperati può essere l'hobby perfetto!

Se siete dei neofiti e non avete alcuna esperienza di navigazione, il modo migliore per cominciare e noleggiare una barca a vela con equipaggio in una zona tranquilla dove si naviga facilmente, come nei mari della Grecia o della Croazia. Scegliete una barca a noleggio dove poter fare esperienza facendo affidamento su uno skipper esperto. Questo tipo di approccio vi permetterà di farvi un'idea dei compiti fisici che vi aspettano a bordo di una barca a vela. Lo skipper e l'equipaggio si occuperanno del lavoro pesante, mentre voi vi abituerete a stare in mare e deciderete se fa per voi oppure no. Un'esperienza di navigazione a vela nel Mar Mediterraneo determinerà senza dubbi se questo sport vi piace.

È tutta una questione di barca

Molto dipende dalla barca che prendete a noleggio. Fiocco auto-virante, vele con rullo avvolgibile e verricello elettrico per la drizza sono tutti ottimi strumenti per diminuire il lavoro fisico. Dovrete sostituire la forza fisica con l'agilità mentale. Se state pensando di prendere a noleggio una barca, potete richiedere queste comodità alla compagnia di noleggio, che cercherà di venire incontro alle vostro esigenze.

Manovrare una barca a vela richiede maggiore forza fisica che manovrare una barca a motore. In alternativa, se andare a vela vi sembra troppo stancante, potete dare un'occhiata alla barche a motore a noleggio.

Marinai robusti e in forma

Se siete fondamentalmente in forma e non avete particolari problemi di salute, potete andare tranquillamente a vela. Esistono tuttavia alcune cose su cui non potete barare, come la capacità di stare in equilibrio, fattore estremamente importante a bordo di una barca. Se avete delle limitazioni fisiche o qualche problema di salute fareste meglio a chiedere consiglio al vostro medico illustrandogli cosa intendete fare.

Inoltre, per prepararvi potete consultare un fisioterapista che vi fornisca un piano di esercizi “da fare ovunque” che siano specificamente finalizzati ad incrementare la flessibilità, la forza e la resistenza. Tali esercizi andrebbero eseguiti prima e durante il viaggio per aiutarvi a prevenire lesioni e per migliorare l'equilibrio e il tono muscolare. A mano a mano che invecchiamo, abbiamo bisogno di scaldare i muscoli prima di fare attività fisica con un po' stretching. 

La maggior parte dei marinai anziani insiste sul fatto che andare in barca li mantiene giovani e in forma. Inoltre, lo stimolo mentale del dover pianificare e navigare è meglio del sudoku per mantenere il cervello lucido e sveglio. L'aria fresca, l'attività fisica, i legami con gli altri marinai e le nuove amicizie sono solo alcuni dei fattori chiave che rendono speciali gli anni della pensione.

In genere, la comunità degli amanti della vela tende a trascurare l'età e se avete qualche annetto in più potrete dare il vostro contributo dispensando utili consigli ai più giovani. Nessun genere di gadget può battere l'esperienza di andare a vela in tutte le stagioni. Tutti nella comunità degli amanti della vela devono affrontare le stesse difficoltà: il tempo, i guasti, l'elettricità e i nuovi orizzonti. Si tratta di una comunità in cui i giovani imparano dagli anziani e gli anziani dai giovani, e in cui ogni membro è pronto a dare una mano agli altri.

Anziani in mare

L'anziano marinaio Harry Heckel era una leggenda nella comunità della vela. Marinaio da tutta la vita, completò la sua seconda circumnavigazione del globo in solitaria all'età di 89 anni! Attualmente detiene il record per la persona più anziana che abbia fatto il giro del mondo da sola, e lo ha fatto ben due volte. Dopo questa incredibile impresa, Heckel ha abbandonato la navigazione in solitaria ma ha continuato ad andare a vela con la sua famiglia a bordo della sua fedele imbarcazione, The Idle Queen. Ha pubblicato un libro di memorie, Around the World in 80 years–The Oldest Man to Sail Alone Around the World–Twice! (il titolo del libro significa: Attorno al mondo in 80 anni. L'uomo più anziano che abbia mai circumnavigato il mondo a vela. Due volte!), fonte di grande ispirazione per il lettore. Morì appena 10 giorni prima del suo novantottesimo compleanno.

Granny Tilly non aveva mai messo piede su una barca prima del suo novantesimo compleanno. Il figlio Humberto era un marinaio appassionato e stava navigando nei mari del Pacifico meridionale quando è venuto in Europa per festeggiare il compleanno della donna. Fu proprio allora che Tilly decise di vendere la propria casa per comprare una barca più grande e salpare alla volta di nuove avventure. Sul loro nuovissimo catamarano St. Francis 44, cui erano state apportante alcune modifiche per renderlo più adatto a Tilly, i due veleggiarono dai Caraibi attraverso il Canale di Panama e poi nell'Oceano Pacifico. Il novantunesimo compleanno di nonna Tilly fu festeggiato in mare, tra il Beveridge Reed e Tonga. E la sua avventura continua.

Storie di grande ispirazione per grandi e piccini. Come disse Mark Twain: “Tra vent'anni non sarete delusi dalle cose che avete fatto ma da quelle che non avete fatto”. Quindi gettate le gasse d'amante. Spingetevi in barca oltre il porto. Catturate il vento con le vele. Esplorate. Sognate. Scoprite.


0 Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Nome: *

Email: *

Sito web:


Commento: Nota: Il codice HTML non è tradotto!

Inserisci il codice nel box di seguito: