Veleggiare e immergersi in Grecia - Il meglio di due mondi

Veleggiare e immergersi in Grecia - Il meglio di due mondi
12/03/2016

La libertà di veleggiare e il silenzio del mondo sottomarino. Il connubio tra trascorrere del tempo sull’acqua e fare occasionali immersioni sottomarine rende l’esplorazione delle isole e delle coste greche un’esperienza unica ed eccitante, da fare con tutta calma.

Attività combinate

In Grecia, gli amanti del mare hanno varie opzioni, come organizzare il noleggio di uno scafo nudo e riempire la barca con la propria attrezzatura da immersione e il proprio equipaggio, noleggiare un’imbarcazione con uno skipper e fermarsi in località di immersione ben note, o semplicemente immergersi durante una vacanza in barca. Potrete inoltre portare a fare un giro con voi amici e familiari che non si immergono. La maggior parte delle località di immersione si trovano in stupende insenature con ottimi punti di attracco e luoghi meravigliosi in cui nuotare o fare un po’ di snorkeling mentre chi si immerge esplora i fondali.

La Grecia offre la classica esperienza di immersione nel Mediterraneo: acqua tiepida e limpida, eccellente visibilità e condizioni di immersione perfette. La mancanza di molte delle specie marine che si possono incontrare negli oceani viene compensata dalla limpidezza dell’acqua e da tutto quello che il mare può offrire ad un sommozzatore paziente. Potrebbero esserci rovine di antiche civiltà sparse sul fondale, spugne colorate e moltissimi pesci tra cui orate, pesci scorpione, sgombri, murene, e l’onnipresente pesce damigella nero che guizza agile con il suo blu elettrico tra le spugne gialle. E soprattutto… non ci sono altri sommozzatori in mare!

Navigare e immergersi in Grecia - grande combinazione!

I centri per le immersioni

La maggior parte dei porti offre dei centri di servizio completo per le immersioni che offrono il noleggio di attrezzature varie, bombole e pesi, mappe delle località adatte all’immersione e altre informazioni utili. Per coloro che possiedono già l’attrezzatura, è possibile organizzare dei ‘rendez-vous di immersione’ per i quali, se necessario, questi centri mettono a disposizione delle bombole e delle guide. Basta telefonare con un po’ di anticipo.

Sul sito http://www.greeka.com/greece-sports/diving.htm trovate una lista dei centri di immersione e dei servizi disponibili.

Cose da sapere sulle immersioni in Grecia

Immersioni autonome e noleggio dell’equipaggiamento per chi possiede una certificazione riconosciuta dallo stato greco. La lista attuale è: PADI, ANDI, IANTD, SDI, TDI, SSI, CMAS; questa lista è comunque soggetta a cambiamenti e a controlli da parte delle autorità. Se avete un certificato rilasciato da un’altra organizzazione potreste dovervi immergere solo rivolgendovi ai centri di immersione. I siti archeologici sottomarini qui abbondano ma sono, sfortunatamente, impossibili da visitare mentre scriviamo questo articolo; non si possono quindi visitare antiche rovine nelle acque greche. La Grecia possiede un  vero e proprio tesoro di rovine storiche legate ad antichi traffici commerciali, colonizzatori e guerre, che renderebbero le immersioni molto interessanti e farebbero rientrare la Grecia nei migliori siti di immersione del mondo. Finché le cose non cambieranno, i centri di immersione e la polizia portuale vi forniranno informazioni su dove è consentito immergersi.

Pescare con la fiocina mentre ci si immerge è severamente vietato  e non potete nemmeno trasportare l’equipaggiamento da sub e gli arpioni da pesca sulla stessa barca. Rischiereste la confisca delle attrezzature e multe salate.
Le immersioni notturne sono una delle esperienze più affascinanti da fare in Grecia, offrendo la possibilità di vedere polipi che cacciano, morbide spugne e altre creature notturne. In ogni caso, le immersioni notturne sono consentite solo tramite centri di immersione ufficiali e vanno prenotate con anticipo.

La legge impone l’uso della boa di segnalazione in superficie e della bandiera di immersione.

Logistica per immergersi dalle barche

Bisogna fare molta attenzione quando ci si immerge dalla propria barca a causa del grosso peso delle attrezzature, che rischiano di danneggiare l’imbarcazione. Pianificando le cose con attenzione si può comunque gestire l’immersione facilmente. Considerate che la configurazione della vostra barca a noleggio è molto importante, quindi prima di noleggiarla dovrete controllare la forma della barca, i punti di salita e discesa, gli spazi e altri servizi e facilità; dovrete inoltre accertarvi che il proprietario della barca acconsenta a farvi portare a bordo l’attrezzatura.

L’imbarcazione più adatta per immergersi è probabilmente il catamarano, in quanto offre una migliore manovrabilità, spazi di stoccaggio più ampi e punti che permettono di salire e scendere agevolmente, oltre a zone in cui appendere comodamente le attrezzature ad asciugare.

Se possibile, l’ingresso in acqua più semplice si fa con passi lunghi, oppure indossando le attrezzature in acqua; il miglior modo per trascinare l’attrezzatura dopo un’immersione è con un sistema di pulegge collegato al retro della barca, evitando così di urtare o segnare la barca noleggiata. Generalmente, per assicurarsi che l’ingresso e l’uscita dal mare siano confortevoli, basta che ci siano una persona in acqua e una sulla barca. Un’altra possibile opzione è usare il gommone per entrare ed uscire, spostando il carico dal retro del gommone alla barca. Il gommone può trasportare anche due o tre sommozzatori verso il sito di immersione, se questo non è molto lontano dal punto di ancoraggio. Coloro che non si immergono dovranno portare pazienza durante i preparativi!

Immergersi in Grecia

La sicurezza prima di tutto

Mentre l’organizzazione dell’immersione da una barca a vela implica importanti considerazioni, la questione cruciale di cui occuparsi è avere un piano di emergenza e di evacuazione. Tutti i sommozzatori devono avere un’assicurazione comprensiva per l’immersione e importanti numeri di emergenza. Almeno uno tra coloro che rimangono a bordo della barca deve saper attuare, se necessario, un piano di salvataggio.

Ci sono solo tre camere iperbariche in Grecia; all’ospedale navale di Atene, al General Hospital di Tessalonica e al Kalymnos Hospital sull’isola di Calimno (Kalymnos) nel Dodecaneso. Il limite d’immersione con una sola bombola sono 40 metri, se avete esperienza nell’immergervi a tale profondità. Bisogna notare che alcuni siti d’immersione sono remoti e che i servizi di salvataggio ed emergenza richiedono tempo.

Seguite le pinne di Jacques Cousteau, Hans e Lotte Hass… noleggiate una barca a vela e venite ad immergervi in Grecia!

________
Foto di:: Kostas Menemenoglou e Merryn Wainwright


0 Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Nome: *

Email: *

Sito web:


Commento: Nota: Il codice HTML non è tradotto!

Inserisci il codice nel box di seguito:



KAVALINI
10%
Capelli 21 2017
11/04/2019 - 02/05/2019
1.000€ - 1.200€
900€/ 7 giorni
per person / 7 giorni
Località: Pula
KAVALINI
10%
Capelli 21 2017
11/04/2019 - 02/05/2019
1.000€ - 1.200€
900€/ 7 giorni
per person / 7 giorni
Località: Pula
GASTON
25%
Oceanis 35 2015
11/04/2019 - 02/05/2019
Cuccette: 6+2
1.190€ 893€/ 7 giorni
per person 112€/ 7 giorni
Cab.: 3 / WC: 1
Località: Split